ESTENSIONI DI PEDAGOGIE ATTIVE

Collana diretta da Dimitris Argiropoulos e Fabio Bocci
Estensioni costituisce non una mera appendice della Collana Pedagogie Attive ma un suo ampliamento e potenziamento nell’ottica della diversificazione a partire da un medesimo punto di origine.
Non a caso, infatti, dei possibili significati che il termine estensione assume nei diversi campi di applicazione, se ne fanno propri due. Il primo fa riferimento alla fisiologia, nell’ambito della quale estensione, in quanto azione e risultato dell’estendere, si trova ad indicare movimenti diversi secondo l’organo che si estende. Il secondo significato che si richiama è quello della lessicografia, campo nel quale l’estensione si delinea come ampliamento del significato proprio di un vocabolo per denotare oggetti o idee affini. Ad esempio, come riportato da diversi dizionari, il verbo “aprire” significa per estensione anche “allargare”, per es. “aprire le braccia”.
Ed è esattamente quanto auspicato in queste Estensioni.
Se il punto di origine è, e non potrebbe essere altrimenti, l’idea di Alain Goussot di creare un progetto editoriale inedito, finalizzato a proporre volumi dedicati alla riflessione pedagogica e ai maestri antichi e moderni dell’educazione attiva, recuperandone i fondamenti epistemologici e metodologici nonché filosofici, Estensioni si configurano come intrecci o, meglio, come vere e proprie narrazioni sinaptiche che aprono e si aprono alla riflessione pedagogica a partire e intorno al concetto di educazione e pedagogia attiva.
C’è la profonda convinzione, ancora nel solco del pensiero di Goussot, che vi sia assoluta necessità di ampliare le opportunità di offrire spazi per contrastare i tecnicismi del pensiero unico, il quale non ha mancato purtroppo di insediarsi nel pensiero e nell’azione pedagogica e di insidiarne il suo portato più autentico, che è quello di rendere l’individuo capace di autodeterminarsi come soggettività pensante e quindi fondamentalmente libera.
COMITATO SCIENTIFICO
Dimitris Argiropoulos – Università di Parma
Luciana Bellatalla – Università di Ferrara
Fabio Bocci – Università di Roma Tre
Roberta Caldin – Università di Bologna
Giancarlo Costabile – Università della Calabria
Barbara De Serio – Università di Foggia
Pierre Johan Laffitte – Université de Picardie-Jules Verne
Angelo Lascioli – Università di Verona
Pasquale Moliterni – Università di Roma Foro Italico
Stefania Pinnelli – Università del Salento
Serge Ramel – Haute École Pédagogique du Canton de Vaud
Francesca Salis – Università di Urbino
Luana Salvarani – Università di Parma
Riziero Zucchi – Università di Torino

Mostra tutti i 5 risultati